Le copie dei periodici possono essere richieste per la consultazione rivolgendosi al banco informazioni della biblioteca; è attivo il servizio di Document Delivery.

Di seguito trovate gli elenchi delle riviste italiane e internazionali consultabili in biblioteca nella versione cartacea. Alcune riviste in versione online non sono consultabili gratuitamente. Per maggiori informazioni, rivolgersi in biblioteca, oppure inviare un’email a bibliotecadelledonne@women.it o telefonare al (+39) 0514299411.

 

Riviste italiane correnti

Riviste internazionali correnti

L’emeroteca della Biblioteca Italiana delle Donne è costituita da 472 periodici, di cui 34 tuttora attivi, editi in Italia e in altri paesi del mondo. Una parte importante del patrimonio periodico raccolto è costituita da un centinaio di riviste storiche italiane, risalenti all’Ottocento e al primo Novecento: si tratta delle prime testate femminili pubblicate nel paese, alcune delle quali godettero anche di larga diffusione. Le più note sono “La donna“, “Vita femminile“, “Il Giornale delle donne“, “Cordelia“, “La donna fascista“. In questa sezione è possibile ricostruire l’evoluzione dell’editoria delle donne e per le donne, seguendo la nascita e la diffusione delle testate che ospitavano gli articoli e i racconti delle prime grandi scrittrici italiane.

Una piccola sezione a parte è dedicata alle riviste di moda, perlopiù italiane, a partire dagli anni Quaranta e Cinquanta, con testate come “Arianna“, “Cosmopolitan” e “Vogue Italia“.

La sezione più recente dell’emeroteca è composta da periodici femminili e/o femministi, italiani e internazionali, di epoca contemporanea: di ambito soprattutto accademico, ma anche generaliste, costituiscono una importante fonte di documentazione per la ricostruzione della storia e delle storie dei femminismi. Qui si trovano riviste importanti come “DWF“, “effe“, “Differences“, “Recherces Feministes“, di cui oltre 30 testate ancora in pubblicazione.