Parole e sassi

h 19.15

Centro delle Donne/Biblioteca Italiana delle Donne

PAROLE E SASSI
Un racconto/laboratorio del Collettivo Progetto Antigone a cura di Letizia Quintavalla con Renata Palminiello.
La tragedia di Antigone raccontata ai bambini con un piccolo patrimonio di sassi.
Un progetto femminile di teatro e impegno civile, in cui bambini e adulti insieme fanno esperienza di quella democrazia greca che ci scorre nelle vene per allenarsi, attraverso le parolepietre di Sofocle vecchie di 2500 anni, a pensare ed immaginare il futuro.

8/10 anni – posti limitati, prenotazione obbligatoria
info@archiviozeta.eu | 334 95 53 640


Renata Palminiello ha lavorato come attrice con Thierry Salmon in molti progetti da lui realizzati in Italia e all’estero. Inoltre con Mario Martone, Franco Però, Luca Ronconi, Barbara Nativi, Bruno Stori, Eimuntas Nekrošius, Alessandro Serra. Collabora con Letizia Quintavalla per il progetto Malkia, patrocinio di Amref in Kenya, per Il cerchio di gesso del Caucaso di Bertolt Brecht e Parole e Sassi (Premio Eolo 2014).

Rassegna: ANTIGONELLACITTA 2019

Secondo anno di ANTIGONELLACITTA un attraversamento in quattro tappe, inserito nel cartellone di eventi culturali di Bologna Estate 2019, pensato da archiviozeta in collaborazione con la Biblioteca Italiana delle Donne e l’Associazione Orlando, per riflettere sulla figura di Antigone e le sue declinazioni contemporanee.
Nel rispetto delle geometrie e del raccoglimento, il Chiostro di Santa Cristina, con la meravigliosa luce del tramonto estivo, diviene luogo di ascolti, parole e azioni. A partire da un ampio ordito di meditazioni su disobbedienza e resistenza cerchiamo di tracciare alcuni solchi per convogliare l’attenzione sulla malattia, sul corpo offeso, sulla cura delle parolepietre, sulla libertà come respiro, sulla scintilla educativa del contrapporsi.
Gli ospiti dialogano con Gianluca Guidotti ed Enrica Sangiovanni, che non sono solo curatori e interlocutori, ma la cui presenza è il filo rosso che unisce e contrappunta gli incontri con letture e interventi. La Biblioteca rimane aperta durante gli incontri, con la possibilità di prendere in prestito i libri che sono l’ossatura del percorso culturale delle serate. Inoltre viene allestito un bookshop a cura della Libreria delle Donne di Bologna.