Contatto: +39 051 4299411

Un sogno divenuto realtà. A Vilnius inaugura il Centro di Risorse e Documentazione dell’Istituto Europeo per l’Uguaglianza di Genere – di Tilly Vriend

“Un sogno divenuto realtà”: con queste parole è stato inaugurato il primo Ottobre 2013 il nuovo Centro di Risorse e Documentazione dell’Istituto Europeo per l’Uguaglianza di Genere di Vilnius, Lituania. Gli esperti nel campo si sono riuniti per condividere sogni e visioni per un nodo centrale dell’informazione sull’uguaglianza di genere.

 Centro di Risorse e Documentazione dell’Istituto Europeo per l'Uguaglianza di Genere

Centro di Risorse e Documentazione dell’Istituto Europeo per l’Uguaglianza di Genere

Il nodo centrale

Il nuovo centro ha sede presso l’Istituto Europeo per l’Uguaglianza di Genere di Vilnius, Lituania, ma le sue risorse sono accessibili attraverso il portale on line, un motore di ricerca che raccoglie più di 240.000 titoli relativi all’uguaglianza di genere (libri, articoli, periodici, letteratura grigia, documentazione on line e banche dati), conservati in cinque biblioteche e centri di documentazione delle donne e presso la sede dell’Istituto. Oltre al portale, il Centro di Risorse e Documentazione comprende una banca dati su policy e buone pratiche, e una piattaforma per la discussione on line: EuroGender.

Il portale è stato concepito grazie alla partnership dei membri della rete WINE (Women Information Network Europe):

Atria: Institute on Gender Equality and Women’s History in Amsterdam
Amazone: Resource Centre for Equality between Women and Men in Brussels
CID-femme et genre: Information and Documentation Centre for women and gender issues in Luxembourg
Gender Library of the centre for trans disciplinary Gender Studies at Humboldt University, Berlin
KvinnSam: National Resource Library for Gender Studies at Gothenburg University

Alcuni di voi ricorderanno che questa cooperazione è iniziata tre anni fa. Nel 2010 l’EIGE ha contattato i centri di documentazione delle donne in Europa per cooperare nella creazione di una biblioteca e di una base dati per il nuovo centro di risorse e documentazione. A quell’epoca l’EIGE era un nuovo attore sulla scena europea, e molti di noi accolsero la richiesta con un certo scetticismo: la stessa Unione Europea aveva infatti, nel 2005, respinto un nostro progetto volto alla creazione di una Biblioteca Digitale delle Donne Europea. Il progetto dell’EIGE ci dava ora l’opportunità di realizzare la nostra visione con un nuovo partner, nodo centrale dell’infrastruttura.

L’obiettivo a lungo termine dell’EIGE è creare una piattaforma che aggreghi le informazioni e risorse dei centri di documentazione e biblioteche di genere in Europa, offrendo un singolo punto di accesso a queste risorse attraverso un unico motore di ricerca su una base dati bibliografica unificata.

Il potere dell’informazione

Il potere dell’informazione: questo il nodo centrale delle discussioni che esperte\i nel campo dell’uguaglianza di genere, policymakers e bibliotecare\i hanno condotto a Vilnius in occasione dell’inaugurazione del centro. Agnes Hubert (Bureau of European Policy Advisers) ha ricordato come nel 1991 Marieke Kramer (all’epoca IIAV, ora Atria, Amsterdam) e Jytte Larsen (KVINFO, Kopenhagen) proposero un documento intitolato “Resources for providing information and documentation in the field of equal treatment for men and women in the European Communities by IIAV and KVINFO”. Questo documento conteneva una mappatura dei centri di documentazione e biblioteche delle donne in Europa e un’analisi delle possibilità di migliorare lo scambio di informazioni a livello europeo.

Da allora, sono passati più di vent’anni. La rete WINE ha continuato a promuovere collaborazioni e reti per rendere l’informazione di genere più accessibile. Il portale dell’EIGE è ora la promessa di una nuova partnership di successo. Più del 90% delle risorse del catalogo provengono dai cataloghi delle istituzioni partner. Con l’espansione della collaborazione a nuovi partner (come KVINFO, che ha appena firmato la convezione!), forse saremo finalmente in grado di veder realizzata quella biblioteca digitale delle donne che per così lungo tempo abbiamo sognato.

Nel frattempo, scoprite il nuovo portale a questo indirizzo: http://eige.europa.eu/rdc

Tilly Vriend – Traduzione italiana a cura di Elisa A. G. Arfini

Scrivi un commento